Fergus

Spargerò sale sulle nostre rovine
e quando pioverà sarà mare.
allora potrai disperderci le ceneri
di quegli occhi così lucidi
in cui riuscivo a rivedermi, fallire.
O imbarcare acqua,
Lasciarti annegare per cicatrizzare
le ferite che ho disegnato sulla tua schiena
con una lama dal tratto fine e incolore.
Le collezioni con cura,
tra le viscere e il tempo.
Andare lentamente alla deriva
tra un onda e l’altra del mare
Su presto qui ora sempre
e tutto sarà bene
(condizione di semplicità assoluta)

Abisso precipita in abisso.
Abisso precipita in abisso lasciandosi dietro una scia.
Abisso ora è una lacrima di abisso.
Abisso affonda e affiora lasciandosi dietro un abisso.

Allora il mare avrà riempito ogni parte del tuo corpo.
Sentirai sollievo,
poi più nulla.