Germe

Parliamo la stessa lingua
le nostre parole sono uguali
ma dicono cose diverse
Quando ho cominciato ad aver paura di farti male
ti facevo già male.
Qualcuno in quel silenzio si muove
per non andare lontano
cognizione del dolore.
Stupenda e misera
che m’hai insegnato
a difendermi, a offendere
ad avere il mondo davanti agli occhi
e chiuderli.

Quando veramente amavo
quando veramente volevo capire
e come allora
abbracciamo i nostri resti
siamo finiti come l’universo
ma non riusciamo a vedere i bordi
il giusto addio
il migliore dei modi
E tu non puoi aiutarmi
tu non puoi aiutarmi
tu non puoi aiutarmi.